giovedì 12 gennaio 2012

Pizza Margherita


Stasera pizza!!
Qui a Napoli è quasi un culto, potevo comprarla ma avevo voglia di farla da sola...e per fortuna è venuta proprio buona! Ovviamente ho fatto la mia preferita, la classica margherita: pomodoro, mozzarella, basilico e parmigiano.
La pasta l'ho fatta con il Bimby seguendo la ricetta del libro, ma si può fare anche a mano o con un altro robot da cucina. Il segreto comunque è mangiarla appena sfornata, ancora fumante.
Tonight pizza!!
This "global food" was for centuries a speciality only known in the city of Naples (my own city!), and it was believed that it could not be appreciated outside that city. The modern pizza with tomato first appeare at the end of the 19th century. The first pizzeria was opened in Naples around 1830 ( before that pizza was sold and eaten in the street). In 1889 the pizzaiolo (pizza maker) Raffaele Esposito prepared a pizza for Queen Margherita, the wife of King Umberto I of Italy, with tomato, mozzarella and a few basil leaves ( red, white and green, the colours of the Italian flag). This pype of pizza, now the most popular one in the world, has been called the pizza margherita ever since. (Text taken from http://www.wordreference.com/iten/pizza).


Ingredienti/ Ingredients:

600 gr. farina/ flour
320 gr. acqua/ water
20 gr. olio d'oliva/ olive oil
1 cubetto di lievito/ brewer's yeast
10 gr. zucchero/ sugar
10 gr. sale/ salt

300 gr. passata di pomodoro/ tomato puree
300 gr. mozzarella o fiordilatte/ mozzarella cheese or fresh cow's milk cheese
80 gr. parmigiano grattuggiato/ parmesan cheese (grated)
basilico/ basil
sale q.b./ salt

Come si fa: 
1. Nel Bimby o nell'impastatrice: amalgamare olio, zucchero e lievito. ( 5 sec. vel 3)
    Aggiungere la farina e il sale e impastare ( 3 min. vel. spiga)


    Lasciar lievitare l'impasto, coperto, per circa un'ora.

2. Coprire una teglia con carta da forno e ungerla d'olio. Stendete il composto e disponete sull'impasto la passata di pomodoro, la mozzarella, l'olio, il sale, il parmigiano e il basilico.



3. Cuocere in forno già caldo a 220° per 10 minuti e poi a 200° per altri 20 minuti. 
   E poi non vi resta che addentarla!! Buon Appettito


How to make:
1. With a knider mix water, brewer's yeat, oil and sugar.
    Add flour and salt and knead.
   Leaven the dought for about an hour.
2. Cover the dipp-dish pizza with the baking paper and cover with oil. Roll out the dought and add tomato puree, mozzarella cheese, oil, salt, parmesan cheese and basil.
3. Bake in a preheated oven for 10 minutes on to 220° and then for 20 minutes on to 200°.
Eat the pizza and buon appetito!

14 commenti:

  1. con la pizza non si sbaglia mai... la adoro!!!

    RispondiElimina
  2. Si, è vero!!!
    Dà sempre belle soddisfazioni!

    RispondiElimina
  3. Non mi fido vorrei provare di personaaaa! ahahah scherzo ha una faccia troppo invitante!

    RispondiElimina
  4. ...quasi finita!!
    Ma te la rifaccio quando vuoi!;)

    RispondiElimina
  5. e chissà resistere a una pizza margherita e troppo buona ...bravissima
    lia

    RispondiElimina
  6. Difficile resistere alla pizza ne mangerei a valanghe e a te e' venuta meravigliosamente bene!!!!Buona serata!!!!

    RispondiElimina
  7. Che squisitezza, io adoro la pizza!

    RispondiElimina
  8. La margerita è sempre ottima!! Complimenti per la perfetta riuscita!

    RispondiElimina
  9. ..adooro la pizza!!!!
    Che buona!!!

    RispondiElimina
  10. buona la pizza ... e poi e bellissimo lavorare con il bimby
    ^___*
    lia

    RispondiElimina